persa-in-un-mare-di-illusioni:

merda,
sto piangendo.

Ahhhhhh, strappatemi via gli occhi. Maledetti ragazzini figli delle serie tv. Anche “noi” a quell’età ci si faceva di menate del genere?

…………..

stammivicinochehounacanzoneperte:

Essere gravida is the new ” essendo io farcita come un tacchino ingrasso come una vacca tanto tutti mi diranno che sono bella”…

Tumblr, per me, è soprattutto questo.

ilpessimista:

madonnaliberaprofessionista:

ilpessimista:

Preservativi alla Lidl.  Spero proprio che funzionino perché se uno è talmente pirla da risparmiare qualche centesimo correndo un rischio di questo tipo non merita certo di perpetrare la sua stirpe.  Nemmeno per sbaglio.

Sono prodotti dalle stesse aziende che producono i marchi “blasonati”, con gli stessi macchinari, gli stessi materiali ed i medesimi test di controllo.
E’ un po’ il concetto di quando vedi i venditori abusivi per strada con le cinture tarocche… nessuno s’immagina il marocchino che fonde leghe metalliche sul fornello di casa, eppure a nessuno appare strano che abbia tutte quelle fibbie perfettamente identiche alle originali.
Sono poche le aziende che producono la stessa merce e non la rivendono in canali diversi…

madonnaliberaprofessionista
l’hai presa sul personale? 😊

“Sono poche le aziende che producono la stessa merce e non la rivendono in canali diversi”Questo può essere vero per il cibo, ma non c’entra nulla con l’abbigliamento e le cinture di cui sopra. Lì è un discorso di dove i grandi marchi fanno produrre le merci e che queste vengono prodotte in alte quantità e rivendute poi per altre vie

ilpessimista:

madonnaliberaprofessionista:

ilpessimista:

Preservativi alla Lidl.
Spero proprio che funzionino perché se uno è talmente pirla da risparmiare qualche centesimo correndo un rischio di questo tipo non merita certo di perpetrare la sua stirpe.
Nemmeno per sbaglio.

Sono prodotti dalle stesse aziende che producono i marchi “blasonati”, con gli stessi macchinari, gli stessi materiali ed i medesimi test di controllo.

E’ un po’ il concetto di quando vedi i venditori abusivi per strada con le cinture tarocche… nessuno s’immagina il marocchino che fonde leghe metalliche sul fornello di casa, eppure a nessuno appare strano che abbia tutte quelle fibbie perfettamente identiche alle originali.

Sono poche le aziende che producono la stessa merce e non la rivendono in canali diversi…

madonnaliberaprofessionista
l’hai presa sul personale? 😊

Sono poche le aziende che producono la stessa merce e non la rivendono in canali diversi
Questo può essere vero per il cibo, ma non c’entra nulla con l’abbigliamento e le cinture di cui sopra. Lì è un discorso di dove i grandi marchi fanno produrre le merci e che queste vengono prodotte in alte quantità e rivendute poi per altre vie

terror-and-hubris:

xfullcanvasx:

you-cant-take-the-sky-from-me:

These are friggin’ awesome.

nah i didnt want to sleep this week.

second last one nononono

solodascavare:

Gli israeliani che guardano seduti su un divano i bombardamenti su Gaza applaudendo quando sentono i botti, sono l’eterno olocausto che ritorna

Un po’ come noi

solodascavare:

Gli israeliani che guardano seduti su un divano i bombardamenti su Gaza applaudendo quando sentono i botti, sono l’eterno olocausto che ritorna

Un po’ come noi

Tipo così

Tipo così

Maybe tomorrow..

A message from imblellow
Per quanto ti parrà strano, sono solo 5 chili di morbidezze :D

Sei un falso grasso! Mi spiace, è una delle piaghe femminili più diffuse!

benevolentsun:

mirabiglia:

200degreemrfahrenheit:

Series of paintings discovered in an abandon mental asylum in Italy.

Italy dove? :O

Lo voglio sapere anch’io! 😱

Scoperto! A Parma!

imblellow:

Approfitto dell’immagine di Rino per dire una cosa che mi gonfia le gonadi.
Il rapporto col proprio corpo e, specialmente, col proprio peso è un argomento delicato, ma che spesso viene anche travisato.
E soprattutto un sacco di travisamento sulla cosiddetta “fat acceptance”.
"Fat acceptance" non è una filosofia per autorizzarvi ad essere dei cicciomerda, tantomeno un modo per attaccare chi vuole essere magro, allegro, scattante e altri stereotipi da negozio di intimo per modellissime.
Dovrebbe essere un modo per allenare sé stessi e chi si ha intorno ad accettare ed aiutare, ma dato che l’essere umano è quello strano animale bipede che cerca il compromesso senza rinunciare all’eccesso [autocit.] si tende sempre a prenderne la deriva più estremista e ad usarla come banale scusa per scofanarsi di merda, NON FARE NULLA PER IL PROPRIO CORPO e causare odio indiscriminato.
L’accettazione dovrebbe invece passare per l’amare il proprio corpo, capire a quali limiti per la salute si è arrivati e capire che SI HA un problema, non che SI E’ un problema.
E che se pesi 100kg per 1.40m, beh, un problema ce l’hai di sicuro. Ciò non autorizza il mondo ad odiarti, ma nemmeno autorizza te a non fare nulla per aiutare te stesso. Reagisci, evita di farti sfottere o fregatene, parlane con chi ti vuole bene e magari inizia a fare un po’ di palestra.
Fare qualcosa per la tua salute è IL VERO voler bene al tuo corpo.
(Invertendo i fattori, si può fare lo stesso discorso per tutti i vari disordini alimentari in generale)
PS: adoro le morbide.PPS: per questo utile servizio sociale, accetto pagamenti in titcoins.PPPS: per chi crede che io parli senza cognizione di causa, sottolineo che si, sono in leggerissimo sovrappeso, ma avendo problemi di schiena se ingrasso di un chilo in più lo sento tutto, quindi cerco sempre di aiutarmi. A volte fallendo, ma almeno ci provo.In più sono sempre stato magrissimo, quindi avere la pancetta mi ha provocato non pochi disagi in tempi passati. Ma ne sono uscito.

Leggerissimo sovrappeso?http://instagram.com/p/phcrKmMKbF/A me pari un bel trippone Blallo bello!

imblellow:

Approfitto dell’immagine di Rino per dire una cosa che mi gonfia le gonadi.

Il rapporto col proprio corpo e, specialmente, col proprio peso è un argomento delicato, ma che spesso viene anche travisato.

E soprattutto un sacco di travisamento sulla cosiddetta “fat acceptance”.

"Fat acceptance" non è una filosofia per autorizzarvi ad essere dei cicciomerda, tantomeno un modo per attaccare chi vuole essere magro, allegro, scattante e altri stereotipi da negozio di intimo per modellissime.

Dovrebbe essere un modo per allenare sé stessi e chi si ha intorno ad accettare ed aiutare, ma dato che l’essere umano è quello strano animale bipede che cerca il compromesso senza rinunciare all’eccesso [autocit.] si tende sempre a prenderne la deriva più estremista e ad usarla come banale scusa per scofanarsi di merda, NON FARE NULLA PER IL PROPRIO CORPO e causare odio indiscriminato.

L’accettazione dovrebbe invece passare per l’amare il proprio corpo, capire a quali limiti per la salute si è arrivati e capire che SI HA un problema, non che SI E’ un problema.

E che se pesi 100kg per 1.40m, beh, un problema ce l’hai di sicuro. Ciò non autorizza il mondo ad odiarti, ma nemmeno autorizza te a non fare nulla per aiutare te stesso. Reagisci, evita di farti sfottere o fregatene, parlane con chi ti vuole bene e magari inizia a fare un po’ di palestra.

Fare qualcosa per la tua salute è IL VERO voler bene al tuo corpo.

(Invertendo i fattori, si può fare lo stesso discorso per tutti i vari disordini alimentari in generale)

PS: adoro le morbide.
PPS: per questo utile servizio sociale, accetto pagamenti in titcoins.
PPPS: per chi crede che io parli senza cognizione di causa, sottolineo che si, sono in leggerissimo sovrappeso, ma avendo problemi di schiena se ingrasso di un chilo in più lo sento tutto, quindi cerco sempre di aiutarmi. A volte fallendo, ma almeno ci provo.
In più sono sempre stato magrissimo, quindi avere la pancetta mi ha provocato non pochi disagi in tempi passati. Ma ne sono uscito.

Leggerissimo sovrappeso?
http://instagram.com/p/phcrKmMKbF/
A
 me pari un bel trippone Blallo bello!

200degreemrfahrenheit:

Series of paintings discovered in an abandon mental asylum in Italy.

Italy dove? :O

ameliapond88:

Eravamo seduti a tavola a pranzo. Mentre ero intenta a mangiare i miei fagiolini con aceto e olio, mio padre all’improvviso mi dice che gli viene da piangere perché pensa che parto e che non sa come mi gestirò. Il “come mi gestirò” è riferito al fatto che il cibo, in Olanda, non è come il nostro, gli affettati, il pane, l’olio, il parmigiano, la mozzarella, quando li becchi non solo stanno un occhio della testa, ma non hanno mai lo stesso sapore. Ho rassicurato mio padre che me la caverò, che magari mangiare meno carboitrati mi farà anche dimagrire e lui mi ha riassicurato a sua volta dicendomi che mi manderà pacchi di cibo e che, quando verrà a trovarmi, mi porterà tanta roba da mangiare.
Mangiare è uno dei bisogni primari dell’essere umano, quando una persona si preoccupa se hai mangiato o meno, significa che ti vuole un bene dell’anima.

Che tuo padre ti voglia bene credo sia indiscutibile, al di là di ogni cosa. Che poi noi italiani “ci facciamo sempre riconoscere” all’estero per la questione cibo è anche questo vero. L’Olanda ha le sue tradizioni e il suo cibo. Magari non ci saranno mozzarella e parmigiano, ma il formaggio tipico è buonissimo e, appunto, locale.
Oh, comunque ti invidio, io sto mandando da qualche tempo curriculum là e sto imparando l’olandese da un pochino.. magari fra qualche mese ti raggiungo :)