Mirabiglia

Apr 20, 2014

(Fonte: joshsobo)

Apr 7, 2014

Sudore. L’odore delle calorie che bruciano.

Apr 2, 2014

Giochi benaccetti di cui non conoscevo l’esistenza!

ilpessimista:

carnaccia:

killtherainbow:

pantherain:

Ringrazio tantissimo totallyinsignificant per avermi scelta per partecipare alla cosiddetta “catena letteraria”, di cui io non so assolutamente nulla, poiché sono riapparsa nel magico mondo di Tumblr solamente ieri, tipo fungo, dopo un bel po’ di assenza!
I miei neuroni insistono nel dire che la catena consiste nel citare una frase appartenente ad un libro qualunque che ci abbia colpito; spero abbiano ragione, in caso contrario la colpa è unicamente loro, mia no di certo!
Ordunque, scelgo di citare l’ultimo libro letto, finito giusto qualche minuto fa, ovvero “Metamorfosi" di Apuleio:

Del resto, si sa che i malati e gli innamorati manifestano gli stessi sintomi di deperimento: tremendo pallore, occhi cerchiati, ginocchia molli, sonno difficile, respiro lento e affannoso. Si poteva credere che soffrisse per l’avvampare della febbre, non fosse stato che piangeva sempre. Oh ignoranza dei medici! Ma che può voler dire il polso che batte, il colorito che continua a cambiare, il respiro affannoso e il continuo rigirarsi da una parte e dall’altra? Oh dèi! Non occorre essere medici per capirlo! Basta aver conosciuto la passione d’amore, per sapere cosa vuol dire quando uno brucia e non ha la febbre”.

Vai 9085,killtherainbow e cuoredilattice, scelgo te!
Gotta catch’em all!

Yeeeh, odio le catene di San’Antonio e questi giochini potrebbero rimanere su feisbuk che ne sarei contentissimo!
Detto ciò, voglio bene a pantherain, quindi, alzando la mano alla libreria, ho estratto “Il sergente nella neve" di Mario Rigoni Stern:

Da quell’alba non ricordo più in che ordine i fatti si siano susseguiti. Ricordo solo i singoli episodi, il viso dei miei compagni, il freddo che faceva. Certe cose chiare e limpide. Altre come un incubo. Cadenzate dalla voce di Bracchi che ci rincuorava: -Forza s’cet!- O che ci dava gli ordini: -Avanti il Vestone! Avanti il gruppo di Bergamo! Avanti il Morbegno!
È mattina, la colonna si divide in due. Il Vestone è di punta nella colonna di sinistra. In testa la mia compagnia. C’è un bel sole e non fa freddo. Da una pista vediamo venire verso di noi degli automezzi, a una certa distanza si fermano. Gli ufficiali guardano con i binocoli: sono russi. Arrivano subito dei cannoni anticarro tedeschi, in fretta li mettono in posizione e sparano qualche colpo. Gli automezzi spariscono nella steppa come sono venuti. Poco dopo, forse mezz’ora, nell’affiorare all’estremità di una muglia, siamo accolti da una nutrita sparatoria di armi automatiche. Stando laggiù in quel paese i russi vedranno spuntare solo le nostre teste e sparano. Le pallottole passano alte. Ritorniamo indietro di qualche decina di metri ed aspettiamo. Arrivano le altre compagnie del Valchiese e l’automezzo cingolato tedesco con su gli ufficiali superiori. Ora bisognerà conquistare questo paese per poter passare.

Avvertendo ora un senso di obbligo nel fermare questa cosa, passo il testimone a persone che son quasi sicuro non lo riprenderanno in mano; evoco quindi i link per unoetrino, soggetti-smarriti e carnaccia, yeh.

di sicuro io non lo prendo in mano, però vi citerò questa, di Enkidu che parla amorevolmente con Ishtar:

Se io ti potessi raggiungere,
farei lo stesso anche a te,
e appenderei i tuoi intestini alle tue braccia!
Epopea di Gilgamesh, Tavola VI.
Rilancio a guerrepudiche, ilpessimista e la donna senza tette che vince i contest di tette, nonseintorno  

Nomadiocanelecatenedisantantoniosutumblr.

Anyway, visto che mi è capitato pure su facebook mi riciclo la stessa citazione:

"Quanti cristi inchiodati a una sedia o a un letto la gente scavalca, per inchinarsi a un cristo di legno. Quanti sacrifici dimenticati, per ricordarne uno. Se mi facessero entrare in una chiesa, griderei: smettete di guardare quell’altare vuoto. Adoratevi l’un l’altro."
Stefano Benni - “Achille piè veloce

Nominiamo: fogliadithe mirabiglia imblellow

Sia chiaro, è l’ultima volta.

Ma che bello! Le catene anche qui, che bello, che bello! NO.
Non mi sforzerò molto, vi propino una delle ultime cose che ho evidenziato sul kindle.

Che tutti sono identici nella segreta tacita convinzione di essere, in fondo, diversi da tutti gli altri

Infinite Jest - D.F. Wallace

Dopo aver ringraziato pessimista per avermi tirata in mezzo sebbene bazzichi qui tanto quanto in una palestra, nomino:
fredfrez iononhotambler alessiowees

Apr 2, 2014

utinaturen:

© Fabienne Bello

(via themurra)

Mar 19, 2014

f-l-e-u-r-d-e-l-y-s:

Surreal Murals by Etam Cru..Facades into Eye-Popping Imagery

Polish artists Sainer and Bezt, collectively known as Etam Cru, paint large scale murals of surreal and frequently humerous subjects in locations mostly around Eastern Europe. The duo traveled to the U.S. this year to paint a wildly popular mural titled Moonshine at the Richmond Mural Project depicting a girl sitting inside a jar of strawberries.

(via themurra)

Mar 6, 2014

Poveri figli degli anni 80

Io credevo che il NekNomination fosse una moda da ragazzini e, in fondo, me ne fregava poco. Mi sento colpevole per molte cose, le elezioni europee del 2004, la raccolta differenziata poco ligia, aver lavorato in nero, le elezioni del 2013, però ecco, se c’è qualcosa di cui mi importa poco perché posso farci nulla è se i ragazzini si riducono male davanti ad una webcam con dell’alcol.
Oggi scopro con sgomento l’orrore. 27enni. 30enni.
Ragazzi, ma davvero? Cos’è successo alle nostre annate? Cos’è andato storto? Perché sembiamo sempre, irrimediabilmente, indietro?
Abbiamo bevuto poco negli anni dell’adolescenza? Dobbiamo recuperare qualcosa?

Mar 6, 2014

Poi non dite che sono antidemocratica

Ciò che è mio è mio, ciò che è tuo è nostro.

Mar 5, 2014

C’era una volta una bellissima immagine di un rottweiler che diceva qualcosa sullo scendere e bucare il pallone a dei bambini.
E niente, a volte l’internet nasconde quello che cerchi tanto affannosamente.

Aiutatemi!

Feb 19, 2014

affedilmiyor:

travelthisworld:

allstreets:

Keizersgracht - Amsterdam, The Netherlands

My city..

(via themurra)

Gen 27, 2014

"Nella giornata della memoria ricordate di non romperci il cazzo."

(Fonte: lapizzicata)

Gen 27, 2014

"Il vero ostacolo alla conoscenza non è l’ignoranza ma la presunzione di sapere."

D. Boorstin (via rebloglr)

(via themurra)

Gen 22, 2014

Ama come cucini

Ho poi deciso di fare questa torta. Light, diceva il titolo.
Non metterci le uova, sostituisci il burro con l’olio, poco zucchero. ‘Na merda.
Non paga, ho riprovato mettendoci del mio. Aggiungi qui, sostituisci là, un pizzico di questo, proviamo.
Un giorno qualcuno mi disse: “Tu cucineresti bene se la smettessi di cambiare le ricette e le facessi così come sono scritte.” 
Lo stesso discorso dei rapporti personali insomma, se sono scritti, descritti e perpetrati in un certo modo ci sarà un motivo? Un giorno qualcuno ha detto: “è meglio così” dopo prove e contro-prove e forse seguendo le istruzioni pedestremente tutto riuscirebbe bene, glassato, montato, lievitato e gustoso al punto giusto.
Forse, ma quella torta era segatura marrone e la tizia che ha scritto la ricetta in quel blog dovrebbe essere arrestata per calunnia al cibo.

Fra poco assaggio.

Gen 22, 2014

(Fonte: idreamofsushi)

Gen 22, 2014

Fummo. Negli occhi.

Gen 22, 2014

Un nuovo amico

Un nuovo amico